La Milano Sanremo… del 1917

foto 1 (3)Domani, a 110 anni dalla prima edizione, si corre la 108° edizione della Classicissima Milano-Sanremo. Ma come andò l’edizione che si corse 100 anni fa nel pieno della Prima guerra mondiale? #NotizieSportiveDiUnSecoloFa.

Domenica 15 aprile 1917 si è svolta la decima edizione della corsa ciclistica internazionale Milano-Sanremo, indetta dalla Gazzetta dello sport. Anche in piena guerra, dunque, una delle corse più classiche del ciclismo italiano, dopo l’interruzione del 1916, ha potuto svolgersi con successo.

Al controllo di partenza, effettuato alle 4.30 al Caffè Milanese sul mercato di Porta Ticinese, si sono presentati 45 corridori fra gli 80 che si erano inizialmente iscritti. Nonostante le defezioni di Galetti, Turri, Bordin, Aymo e Lombardi, oltre ai più importanti corridori italiani, alla punzonatura era presente anche il campione svizzero Oscar Egg, che ha così permesso di mantenere quel tocco di internazionalità che contraddistingue questa corsa sin dalla sua prima edizione nel 1907.

foto

Malgrado l’orario e la pioggia, un folto pubblico si è stretto intorno ai corridori che hanno preso il via alle 6.19. In un primo tempo tutti i migliori – Belloni, Egg, Lucotti, Gremo, Girardengo – sono rimasti nel gruppo di testa. La tempesta ha accompagnato i corridori lungo tutto il percorso. Sul Turchino, salita che si rivelerà decisiva, Tano Belloni, nonostante il fango, le folate di vento e una pioggia che a tratti si trasformava in grandine, è riuscito a rifilare quattro minuti a Egg e sei a Girardengo. Quest’ultimo in discesa raggiungeva e superava un infreddolito Egg, che a Savona decideva di ritirarsi. Al rifornimento nella città ligure, Belloni aveva un vantaggio di cinque minuti su un Girardengo in buone condizioni, staccatissimi tutti gli altri.

foto 3 (4)

Sull’Aurelia su cui soffiava incessante un poderoso vento contrario alla marcia dei ciclisti, si assistete a un avvincente testa a testa a distanza fra Belloni e Girardengo. Nonostante un paio di forature occorse al suo giovane avversario, Girardengo, colpito da coliche, non riuscì a ridurre lo svantaggio. Così il routier di Pizzighettone in sella a una Bianchi vinse in solitaria, con quasi dodici minuti di vantaggio, quest’importante classica. Per Gaetano Belloni, che ha evitato la chiamata al fronte poiché ha seguito di un incidente al tornio è privo di una falange del pollice destro, si tratta del primo grande successo da professionista.

foto 3 (3)

Luigi Cuppi, 5° in classifica generale è stato il primo dei dilettanti.

foto 5 (1)

@NicolaSbetti

Fonti: «La Stampa», «Lo Sport Illustrato» e www.museociclismo.it 

Cosa succedeva sui campi sportivi 100 anni fa? Andando a ripescare le fonti dell’epoca la rubrica “notizie sportive di un secolo fa” vuole far rivivere, a cento anni dagli stessi, i pricipali avvenimenti della domenica sportiva.

Annunci

Un pensiero su “La Milano Sanremo… del 1917

  1. Pingback: Belloni vince a Sanremo, il Torino ipoteca la Coppa | Nicola Sbetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...