Diario Mondiale 2018

logo_russia_2018_mondiali_evidenza-732x380

In aggiornamento…

 

 

Postmondiale

Video magnifico sulla vittoria francese: parte 1 / parte 2

Ozil lascia la nazionale tedesca, motivandola con accuse di razzismo e mancanza di rispetto. Il tweet d’addio al vetriolo.

Il calcio e le banlieux dimenticate.

Il bilancio di Carole Gomez.

Perché la protesta durante la finale delle pussy riot è importante.

Le cartoline di “Sport popolare

15 luglio

Intanto pronostici azzeccati…

L’elogio di McGregor a Putin

Putin si fa fotografare con la nazionale croata.

L’invasione di campo delle Pussy riots. (La rivendicazione)

Politici francesi salgono sul carro del vincitore.

Dopo essere stato decisivo Griezmann per la conquista del Mondiale per la Francia si presenta con la bandiera uruguayana.

Salvini, il quinto incomodo…

I leader politici (inclusi quelli di Abkazia e Ossezia) alla finale dei Mondiali

14 luglio

L’uscita razzista di Stimac

11 luglio

Il lato oscuro del calcio croato.

Un membro del parlamento serbo ha criticato Djokovic per aver dichiarato il suo tifo per la Croazia.

Ancora su Subasic.

Perché il nazionalismo è una stronzata – Subasic

Dinamo Babel: L’aquila e la croce – post scriptum.

10 luglio

Sui Mondiali antirazzisti

9 luglio

Massimiliano Trovato sul Sole24ore contro il nazionalismo sportivo.

Il difensore croato della Dinamo Kiev Vida dedica la vittoria contro la Russia al popolo Ucraino. SBS, Kiev Post, RFE/RL.

Sei ragazzi una bandiera.

8 luglio

L’uscita della Russia dalla Russia

Vida nonostante la rivendicazione politica in favore dell’Ucraina non sarà espulso. (Anche qui)

7 luglio

La risposta di Behrami

6 luglio

La FIFA invita i calciatori tailandesi alla finale mondiale.

4 luglio

Lorenzo Longhi: le nuove gerarchie degli ottavi di finale

Arbitri.

Le polemiche arbitrali post Colombia-Inghilterra.

Il post Russia-Spagna

Wilson sulla tattica al Mondiale.

3 luglio

Pillole mondiali

Un mai banale Jérôme Champagne sulle disuguaglianze del calcio internazionale.

La lezione del Giappone

Il peso dello scandalo doping sulla Russia.

2 luglio

In che lingua parlano i giocatori del Belgio?

L’immagine di Putin durante il Mondiale.

I panem et circenses di Russia

1 luglio

Putin chiama per congratularsi dopo la vittoria della Russia contro la Spagna.

Come si vive il Mondiale in quattro paesi che non hanno qualificato la propria nazionale

Il Mondiale di Putin, di Manuel Veth

Le proteste in Russia per l’aumento delle pensioni e il Mondiale.

30 giugno

Come guardiamo il Mondiale.

Sanzioni per le federazioni russa e serba.

28 giugno

Il rigore di Putin

La strana storia di Sardar Azmoun che ha deciso di ritirarsi dal calcio giocato a 23 anni poiché per le critiche ricevute la madre si è ammalata. Storia da tener d’occhio.

ForeignPolicy in un interessante articolo osserva che, malgrado gli investimenti di Erdogan, la Turchia non si sia mai qualificata ai Mondiali da quando l’AKP è al potere.

Mondiali di calcio maschili e pubblico femminile.

27 giugno

Magnifica la reazione di gratitudine dei messicani nel confronti dei sudcoreani… (L’inattesa vittoria della Corea del Sud contro la Germania ha infatti permesso al Messico di qualificarsi). Leggi qui e qui.

James Yeku sulla reiterazione del discorso razzista sul calcio africano.

Dalla Yugoslavia alla Serbia

26 giugno

La colletta a Xhaka e Shaqiri di kosovari e albanesi confermano ulteriormente la non neutralità del gesto fatto dai due calciatori svizzeri-kossovari.

La storia del portiere iraniano Beiranvand

25 giugno

La Russia torna sulla terra

Damiano Benzoni sull’esultanza di Xhaka e Shaquiri

24 giugno

Salah potrebbe abbandonare la nazionale egiziana.

In Iran hanno aperto gli stadi alle donne ma se sei un uomo e hai i capelli lunghi non puoi apparire sullo schermo con i capelli lunghi… vero Puyol?

Per i serbi la Svizzera non è neutrale

Jimmy Durmaz.

1° goal del Panama ai Mondiali

23 giugno

Kadyrov, Salah e al-Sīsī: Ramzan Kadyrov Primo Ministro reggente della Cecenia e presidente del Terek Groznyj ha ‘onorato’ Mohammed Salah della cittadinanza cecena. In questo modo si rafforza ulteriormente l’alleanza fra Kadyrov e al-Sīsī, già certificata dalla scelta da parte della federazione egiziana di Grozny (capitale delle Cecenia) come sede dei quartieri generali. Salah si è prestato dunque a un ruolo di ambasciatore politico per il suo paese.

Qui il video di RT

Il commento del Guardian

Messico a Trump “We already have a wall

Il Ministro della sicurezza argentino Patricia Bullrich ha richiesto alle autorità russe i quattro tifosi argentini che hanno aggredito un tifoso croato.

Aquile, balcani, pallone e identità multiple.

22 giugno

Magnifico articolo di France24 che ricostruisce come i leader politici delle squadre qualificate ai Mondiali abbiano cercato di approfittare della popolarità delle nazionali per associarsi a loro.

Matthias Moretti per sportpopolare.it traduce da balkaninsight.com un articolo che ripercorre come il nazionalismo abbia spodestato l’antifascismo nello sport balcanico.

Sul saluto aquilato degli svizzeri-kossovari: NYT. Una vecchia intervista a Xhaka

21 giugno

La riapertura degli stadi iraniani alle donne. NBC,

La riflessione di Lorenzo Longhi per treccani.it sull’assegnazione dei Mondiali 2026 a USA-Messico-Canada.

Cissé unico allenatore nero al Mondiale – BBC

20 giugno

Su come la questione dei diritti tv detenuti da Al Jazeera si innesta sulla crisi diplomatica Qatar-Arabia Saudita.

A Mosca la birra sta finendo.

L’ex presidente del Brasile Lula commentando dal carcere per la rete televisiva TVT cerca di uscire dal suo isolamento politico.

17 giugno

C’è stato un attacco terroristico al Mondiale di Russia? – Independent

16 giugno

L’Iran e le donne – Di Giuseppe Ranieri

13 giugno

I Mondiali del 2026 a Stati Uniti – Messico – Canada – Guardian / Treccani

Il Mondiale dell’Africa

Premondiale

Sulla Coppa del mondo e la percezione della Russia – via An Old International

Cosa significa il Mondiale per il Senegal – Mark Hann

Da Player tribune: Rakitic, Shaqiri, Kolarov,

da sistemare

Storia degli sponsor ai Mondiali.

Coupe du monde: quand la politique s’invite sur la pelouse

FIFA charges Mexico after fans Chant anti-gay slur

In calo i ricavi per le sponsorizzazioni

Si ringraziano per la collaborazione: Massimo Brignolo, Francesco Angelone, Vin Lacerenza…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...