La frase del giorno (20.5.2017)

enes-kanter_3155611La pubblichiamo solo oggi ma la frase del giorno è sicuramente quella del giocatore di pallacanestro Enes Kanter. Il centro turco degli Oklahoma City Thunders, a causa delle sue idee politiche (è un sostenitore di Hizmet il movimento politico di Fethullah Gülen che si oppone al Presidente turco Recep Tayyip Erdoğan) si è visto privato del suo passaporto ed è rimasto bloccato in Romania Continua a leggere

La frase del giorno (16.5.2017)

r208113_608x405ccCosa signfica essere il miglior calciatore in un Paese in guerra civile? La frase del giorno non poteva che essere un estratto del bel reportage di Steve Fainaru sul calcio in Siria negli anni della guerra civile. Nello specifico le parole di Firas al-Khatib, che per cinque anni ha rifiutato la convocazione e poi è toranto a vestire la maglia della nazionale siriana fanno capire come in situazioni simili lo sport, e in questo caso il calcio, smettono completamente di essere un fenomeno neutro. Continua a leggere

Call for papers per i QdS7 dell Siss: Federico Caprilli e la tradizione dell’equitazione italiana

Riceviamo e volentieri ripubblichiamo (Qui il post originale):

logo_SISS_2016_small

In occasione del 150° anniversario della nascita di Federico Caprilli (1868-1907), fondatore della moderna equitazione italiana, la SISS, in collaborazione e col sostegno della FISE,  vuole celebrare questa specifica ricorrenza tramite la pubblicazione di un volume di saggi dedicato alle vicende e ai nomi dell’equitazione azzurra. Con le sue 23 medaglie, delle quali 7 d’oro, guadagnate ai Giochi Olimpici estivi, l’equitazione si pone all’ottavo posto tra le discipline che più hanno dato prestigio in sede olimpica; la precedono la scherma, il ciclismo, l’atletica, il tiro, il pugilato, la ginnastica e il canottaggio. I risultati più esaltanti sono arrivati nelle Olimpiadi di Melbourne 1956, Roma 1960, Tokio 1964 e Monaco 1972, allorché, grazie a Piero e Raimondo D’Inzeo, Mauro Checcoli e Graziano Mancinelli, il medagliere si è arricchito, nelle specialità del Salto a Ostacoli e del Concorso di Campagna, di 12 medaglie di cui 4 d’oro.  Continua a leggere

Su Avvenire la storia di Rashid Khan

563251-rashid-khan-040717Ogni favola ha il suo lieto fine. Quello di Rashid Khan sembrava essere stato scritto in febbraio, quando, con un ingaggio di ben 550.000 euro, è diventato il primo afghano scelto da una squadra dell’Indian Premier League (Ipl), il lucrativo e spettacolare campionato indiano di cricket. Le superbe prestazioni sin qui offerte di fronte ai ben più blasonati colleghi hanno però chiarito che quest’astro nascente potrà aggiungere ancora molti capitoli alla sua storia personale e a quella del suo Paese. Continua a leggere