Sport e Identità: regionalismi e politica

17 11 23libro di S.Giuntini su Sport&Identità-LegaNord_Locandina (1) (1)

Giovedì 23 novembre con Sergio Giuntini e Stefano Martelli avrò il piacere di partecipare alla presentazione di questo evento. Vi aspetto numerosi. 

Giovedì 23 novembre 2017, dalle 17.00 alle 18:45, presso la Sala riunioni al piano terra del Dipartimento di Scienze dell’Educazione “G.M. Bertin”, in via Filippo Re 6, 40126 Bologna, si terrà il seminario “Sport e identità: regionalismi e politica” a partire dal volume di Sergio Giuntini: “L’agonismo della Padania. Sport e Lega Nord“.

Ne discutono con l’autore:
Prof. Stefano Martelli (Università di Bologna)
Dott. Nicola Sbetti (Università di Bologna)

L’incontro è organizzato dal gruppo “Sul Filo del Tempo. Presentazioni di Storia e Politica” in collaborazione con lo SportComLab.

 

Annunci

Calcio e letteratura in Italia (1892-2015)

giuntiniC_65r9hhfvr6mif8t86_0caqli9um40bmkj5pu8384git5Segnalo volentieri l’evento di domani al Museo del calcio, al quale conto di partecipare come spettatore. Del resto Sergio Giuntini è una garanzia.

Martedì 13 giugno alle ore 18 al Museo del Calcio di Coverciano (viale Aldo Palazzeschi 20, Firenze) sarà presentato il libro “Calcio e letteratura in Italia (1892-2015)” (Biblion) dello storico dello sport e consigliere della SISS Sergio Giuntini. Continua a leggere

Call: Sport e Grande Guerra, il contributo del Sud (5-6 ottobre 2017)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa iniziativa della SISSLo-sport-alla-Grande-Guerra:

La SISS (Società Italiana di Storia dello Sport) e la SISM (Società Italiana di Storia Militare), con la collaborazione dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, organizzano a Caserta nei giorni 5 e 6 ottobre un Seminario sul contributo del Sud d’Italia nel rapporto tra mondo dello sport e prima guerra mondiale. Il Mezzogiorno italiano non è stato sede di azioni belliche, tuttavia questa zona del nostro territorio nazionale è stata pesantemente coinvolta nell’offrire un gran numero di coscritti per un rilevante impegno sul fronte, con l’esito di migliaia di persone  generosamente votate al sacrificio della propria vita. Molte di quelle persone erano degli sportivi, ma questo non è  l’unico trait d’union tra  i due mondi  le cui relazioni si vogliono analizzare. Lo sport infatti è anche servito, soprattutto al Sud, come catalizzatore dello spirito di appartenenza a un’unica patria, quando questa consapevolezza non era ancora ben radicata in tutto il paese. Continua a leggere

Ciao Vito

ortelli2_400x400

Il 24 febbraio 2017 si è spento all’età di 95 anni Vito Ortelli, uno dei più importanti ciclisti italiani dell’immediato secondo dopoguerra, in anni in cui sulle strade dominavano Coppi, Bartali e Magni. Campione d’Italia nel 1948, ha vinto anche il Giro del Piemone, il Giro e tappe del Giro d’Italia.

Per ricordarlo riportamo un passaggio tratto dal libro di Sergio Giunti, Sport e Resistenza, Milano, Sedizioni, 2013, p. 80. Continua a leggere